DA SKETCH A MURo

 

OTTOBRE 2019

Da Sketch a MURo presenta cinque fuoriclasse dell’Urban Art, esposti in per la prima volta assieme in una galleria d’arte, con il patrocinio e in collaborazione con il VII Municipio di Roma Capitale, l’Ambasciata degli Stati Uniti d’America e l’Ambasciata di Germania. Testi di Ilaria Beltramme, Gabriella Greison, Marco Lodoli, Matteo Maffucci, Marino Niola, David Diavù Vecchiato.

cinque artisti conosciuti ed apprezzati, anche dal grande pubblico che ha imparato a seguire le loro acrobazie pittoriche su ponteggi – con un fisico faticosamente sottoposto alla resistenza alle intemperie ed al caldo innaturale delle nostri estati – finanziandoli a volte insieme alle istituzioni pubbliche, per ridare dignità alle nostre città sofferenti e facendoci tutti sognare un mondo nuovo, dove l’arte possa correre anche per le strade e non solo nel chiuso delle gallerie. Non solo quindi, poiché l’arte non si ferma neanche davanti ai portoni, essendo migrante per definizione, poiché, mentre le pitture di strada si degradano per l’usura del tempo, i Musei e le Gallerie documentano, raccolgono disegni preparatori e icone su tavola, come ai tempi dei grandi affreschi del 1500.

Shepard Fairey aka OBEY

"MAKE ART NO WAR"

 

NOVEMBRE 2018

Rosso20sette arte contemporanea presenta Shepard Fairey aka OBEY, considerato uno dei più noti e influenti street artist contemporanei, con la mostra Make art not war che prende il titolo da una sua famosa opera. L'inaugurazione è prevista per sabato 24 novembre alle 18, in via del Sudario 39, nei pressi di Largo Argentina, a Roma. La mostra, a cura di Tiziana Ciro, sarà composta da 55 opere serigrafiche numerate e firmate dall'artista, in vendita, provenienti da una collezione privata che va dal 1998 ad oggi, un percorso di 20 anni dove saranno presenti in mostra opere storiche come Mail man, Giant Air Worldwide, Big Brother, Obey Air, Love unites, Angela Rought la famosa opera che dà il titolo alla mostra Peace girl.

"Art is Money – Money is Art"

 

APRILE 2018

Con il testo critico di Giorgio De Finis e con la curatela di Edoardo Marcenaro.
60 opere in mostra (e in vendita) di 18 artisti: Banksy, Andy Warhol, Obey, Michelangelo Pistoletto, Joseph Beuys, D-Face, Dan Tague, Keith Haring, Hayden Kays, Mark Wagner, Solo, Diamond, Dora Tass, Chakib Benkara, Lucamaleonte, Savethewall, Pax Paloscia, Piotr Hanzelewiz.
Tutte le opere sono pubblicate in un catalogo disponibile in galleria.

Shepard Fairey aka OBEY

OTTOBRE 2017

Considerato uno dei più noti e influenti street artist contemporanei. La sua fama raggiunge l’apice nel 2008, quando realizza il poster HOPE con il volto di Barack Obama per le elezioni presidenziali negli Stati Uniti (poi acquistato dalla U.S. National Portrait Gallery).

La mostra sarà composta da 35 opere serigrafiche numerate e firmate dall’artista, in vendita, provenienti da una collezione privata che racchiude gli ultimi 15 anni della produzione dell’artista; saranno presenti in mostra opere storiche come Mao Money, They live, Marcos, two sides of capitalism e il manifesto di Obama per il giorno di insediamento del 2009.

IABO

"I want to be an artist"

 

MAGGIO 2019

“I want to be an artist” è il titolo di questa intrigante mostra curata da Tiziana Cino.
Il concept di questo progetto artistico nasce da una confessione “indecente” fatta da un giovane Adolf Hitler. Lui avrebbe infatti voluto fare l’artista, e forse sarebbe stato meglio così per il mondo intero ma, purtroppo, scelse di fare altro.

La rivelazione ha probabilmente molto scosso anche IABO che ha così realizzato una serie di ritratti di grandi artisti contemporanei, inesauribile fonte d’ispirazione e di ammirazione per l’autore campano e per tutti noi.

Le tele in mostra hanno un bel bordo spesso 15 centimetri per dare una spazialità e una forza maggiore ai profili di questi protagonisti della Storia dell’Arte.

Gran parte delle stile di è IABO è focalizzato sulla linea e su come essa possa essere lo strumento per dare unicità al suo stile artistico. Infatti, la linea che costruisce il profilo di questi artisti, è identica per tutti i ritratti. Ma cos’è che rende unica allora una persona e quindi anche un artista?
Sicuramente lo stile, la sua arte. Ma anche la sua fisionomia.

DEADLINE

SOLO+DIAMOND

 

OTTOBRE 2018

Duo di Street Artist Diamond e Solo. Saranno mostrate 14 opere per ogni artista, dai primi bozzetti agli ultimi progetti, ripercorrendo la loro carriera artistica. Le opere saranno inserite in un catalogo con testo critico di Giorgio de Finis e Anya Baglioni.

PAX PALOSCIA

“Alice Down to the rabbit hole”

NOVEMBRE 2017

“Alice Down to the rabbit hole” di Pax Paloscia, accompagnata da un testo critico di Laura Lombardi.
La mostra, incentrata sui temi e le contraddizioni del periodo dell’adolescenza, presenta una serie di opere su tela, fotografie e video.

Trenta3 - Speaking in vinyl

 APRILE 2017

collettiva di artisti sul rapporto tra arte contemporanea e vinile, con un testo critico di Edoardo Marcenaro.